Brescia: torna la Pieve di San Siro a Cemmo del Maestro Paroto

16.01.2013 15:27

Il capolavoro del Paroto torna finalmente nella sua Valle

La fondazione CAB di Brescia si è aggiudicata all'asta di Lon­dra, per la somma di 180mila sterline, un'opera fon­da­mentale per la sto­ria dell'arte bre­sciana, il Po­lit­tico del Mae­stro Pa­roto realizzato nel 1447 per la Pieve di San Siro a Cemmo, in Valle Camonica.
Il dipinto, che mostra la Madonna con il Bambino, il committente ed otto Santi, venne tolto dalla Pieve di San Siro a Cemmo, dove era stato per molti secoli, smontato e venduto. Pervenne prima nelle raccolte di Michele Cavalieri a Milano, poi nel 1873 nella collezione del banchiere Enrico Cernuschi a Parigi e negli anni Sessanta del Novecento l'opera ri­com­parve presso la Gal­le­ria di Daniel Wil­den­stein a New York dove venne prontamente ri­co­no­sciuta e pub­bli­cata da Gae­tano Panazza studioso bresciano e allora direttore dei Civici musei cittadini.
Ora finalmente il dipinto potrà attraversare l'oceano e tornare a casa in Valle Camonica dove resterà per qualche mese, sarà esposto a Cemmo presso la Fondazione Conchetti per poi essere trasportato al Museo Camuno di Breno dove rimarrà fino al 4 aprile.
Il valore storico documentario del Polittico è fuori discussione, anche se lo stato di conservazione appare per certi aspetti turbato da alcuni vecchi interventi.
L’arrivo del polittico a Brescia consentirà di riaprire il dibattito intorno a questa rara testimonianza pittorica della metà del XV  secolo e del ruolo che le compete nel contesto della cultura figurativa lombarda coeva.Andrea Abondio