Intervista a Franca Boni plurivincitrice coppa delle Dame

30.09.2012 08:51

 

Come nasce la sua passione per le auto d'epoca e per le gare di regolarità?

Mio padre è stato Sindaco di Brescia (nella foto con la figlia) per trent'anni, collaborava con Renzo Castagneto negli ultimi anni della Mille Miglia storica. Da bambina ho quindi visto le ultime edizioni della "vera" Mille Miglia, quando negli anni 70 è partita la rievocazione della Freccia rossa ho deciso di prendervi parte.

Può descriverci le sue emozioni quando partecipa alla Mille Miglia?

Partecipare alla Mille Miglia è fantastico. E' stupendo girare su queste auto e vedere la nostra bellissima Italia, le città vengono allestite a festa per il passaggio della gara. C'è tantissima gente lungo le strade che applaude - a qualunque ora del giorno e della notte - il passaggio della corsa. E' davvero emozionante il tragitto della sera della partenza con tantissime persone che aspettano ai bordi della strada l'arrivo dei piloti. Ogni anno è sempre un'emozione. L'emozione della Mille Miglia.

Molti gli equipaggi femminili al via delle passate edizioni della Mille Miglia. Può descriverci ciò che secondo lei lega le donne e la Freccia rossa?

Secondo me le donne sono molto brave nella guida e nella gare di auto. Personalmente ho una passione molto forte per le auto. Con mio marito ho guidato anche i fuoristrada in Africa e ho imparato a riconoscere i rumori del motore. Credo che più andremo avanti e più saranno le donne che si appassioneranno alla Mille Miglia. E' una gara che ti prende e ti spinge a partecipare e gareggiare per arrivare prima degli equipaggi maschili.

La Lady driver Carla Boni con la figlia