La polizia ha segnalato orsi e lupi in Valcamonica

06.03.2015 13:06

Orsi e lupi scorrazzano da una vallata all’altra, anche in Alta Valle Camonica. La conferma arriva dalla Polizia Provinciale che ha tracciato il bilancio dell’ultimo anno.

Per quanto riguarda gli orsi nel Bresciano gli agenti hanno avuto 19 segnalazioni,  provenienti da tutte le località montane della provincia; per 3 di loro è stato possibile stabilire geneticamente l’identità:  per altri 2 presenti in Alto Garda e Alta Valle Camonica non è stata stabilità l’identità così come per quello che ha frequentato i crinali tra la Val Camonica e la Val Trompia da aprile a giugno.

La presenza dell’orso crea alcuni problemi e conflitti sociali a causa dei danni che procura a greggi, allevamenti di bestiame domestico e agli alveari.

Per quanto riguarda l’Alta Val Camonica le prime segnalazioni si sono avute a partire da aprile nella confinante Valle Belviso (Sondrio) dove sono state ritrovate le carcasse di alcuni ungulati selvatici predati.

Il posizionamento di alcune foto trappole ha permesso agli agenti di riprendere un esemplare di canide dalle fattezze di lupo; in seguito le analisi di Ispra su alcuni campioni organici ritrovati ha poi confermato che lo stesso è un lupo di origini italiche.

In giugno gli agenti della Polizia di Sondrio hanno ripreso a Cima Cadi/Cima Verde (Tovo/Monno) un probabile lupo.

Ad agosto sono stati ritrovati alcuni ovini predati sempre sulle creste di confine tra Monno e Tovo, e raccolti reperti organici ancora in attesa di analisi. Infine il 24 dicembre il personale Corpo Forestale dello Stato in servizio a Temù (Brescia) ha fotografato un esemplare di lupo in Val Bighera (Vezza d’Oglio).

I controlli proseguono e saranno intensificati a partire dalla primavera quando terminerà il letargo.