La terza edizione del Sebino Summer Class

01.08.2012 07:16

Grandi numeri per la manifestazione che ha coinvolto dieci Comuni che si affacciano sul lago

Al suo terzo anno di vita, il Sebino Summer Class consolida e perfeziona la propria identità, quella cioè di un progetto di divulgazione e valorizzazione della musica verso un pubblico nuovo e più vasto. Un festival e un’orchestra, I Musici di Parma, che hanno rappresentato, attraverso gli oltre venti appuntamenti dell’edizione 2012, un motore di cultura e un incontro collettivo di formazione musicale con il primario obiettivo di evidenziare e promuovere il talento dei giovani musicisti che hanno partecipato ai corsi di alto perfezionamento organizzati in contemporanea ai concerti.

Sono stati oltre cento gli allievi iscritti alle masterclass attivate da docenti di fama internazionale che, con professionalità e passione, hanno permesso la valorizzazione del loro talento musicale, effettivo valore aggiunto del Sebino Summer Class. Dall’8 al 29 luglio si sono svolte infatti a Sarnico le masterclass di violino, viola, violoncello, fagotto, oboe, flauto, clarinetto, tromba, saxofono e canto, tenute da docenti di elevato calibro: Christoph Hartmann (oboista dei Berliner Philarmoniker), Matthias Racz (primo fagotto della Tonhalle - Orchester Zurich), Giorgio Versiglia, Stefano Pagliani (violinista di fama internazionale, per anni Spalla della Scala di Milano), Stefano Conzatti (primo clarinetto dell’Arena di Verona), Andrea Lucchi (prima tromba dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia), Cinzia Forte (soprano), Andrea Oliva (primo flauto dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia) e Maurizio Saletti, solo per citarne alcuni. I migliori allievi di ciascuna classe hanno avuto la possibilità di suonare con I Musici di Parma durante i concerti pomeridiani e serali.

In questa terza edizione l’impresa Sebino Summer Class si è fatta più solida e concreta grazie ai risultati raggiunti ed alla fiducia acquisita da parte dei cittadini, del pubblico – diverse migliaia di persone hanno assistito agli incontri in cartellone - ed al credito internazionale degli organizzatori e del direttore artistico della manifestazione. Il M° Carlo D’Alessandro Caprice ha infatti saputo, con esperienza e sensibilità, definire un festival di rilievo sia per quanto riguarda i contenuti sia per gli interpreti, tutti artisti famosi ed importanti come Renato Bruson, Giovanni Gnocchi, Simonide Braconi, Alessandro Quarta, Michele Di Toro, Andrea Oliva e Daria Masiero.

Dieci i Comuni del lago Sebino - oltre ai due capofila del progetto, Sarnico e Paratico, anche Pisogne, Iseo, Sale Marasino, Marone, Lovere, Riva di Solto, Predore e Tavernola Bergamasca – che, con la promozione in rete della manifestazione ed il riconoscimento del carattere sociale della stessa, si sono impegnati ad aprire piazze, chiese, scuole e parchi, permettendo la condivisione, il divertimento e la gioia di ascoltare musica insieme, senza snobismi ed esclusivismi, offrendo spettacoli gratuiti, aiutando ad abbattere la barriera dei prezzi proibitivi che spesso caratterizzano le proposte culturali.

Andrea Oliva

Daria Masiero e Renato Bruson a Sarnico