60 anni per gli alpini di Artogne

24.09.2015 08:51

Gli Alpini di Artogne hanno organizzato una settimana di incontri per festeggiare in modo particolarmente solenne il raggiungimento del prestigioso traguardo dei 60 anni di vita e attività sul territorio. Il cerimoniale finale ha visto l'alzabandiera come momento significativo per tutto il paese, quindi la sfilata in corteo per le vie cittadine con deposizioni di corone ai luoghi simbolo: la lapide alla Divisione Acqui, il Monumento ai Caduti di tutte le guerre, quello ai Caduti sul lavoro, ai Caduti della Resistenza ed infine al Monumento agli Alpini. La Banda cittadina di Artogne, diretta dal maestro Guido Poni, ha accompagnato in modo appropriato ogni momento della cerimonia con inni adeguati al tema al quale ogni monumento è stato dedicato, mentre il Coro Vallecamonica ha accompagnato la Messa domenicale celebrata da don Italo che, nell’omelia, ha ripercorso il senso della solidarietà alpina alla luce dell'ideale del cristiano di ogni tempo. La festa degli Alpini di Artogne ha lasciato un altro dono alla comunità: il restauro del monumento dedicato alle penne nere il cui costo è stato interamente sostenuto dal gruppo. Il volontariato degli alpini è concreto, vero, disinteressato e pulito, ed è un esempio positivo anche tra le associazioni di una stessa comunità: durante la festa hanno ringraziato per l’impegno del gruppo la Casa di Riposo, l'Ospedale di Esine, Avis e Aido, il Centro trasfusionale, l'Oratorio e la Parrocchia, il centro Anziani, la Banda cittadina e molti altri.