Anche in Valle serve un nuovo sistema previdenziale

15.10.2015 11:30

Rivedere il sistema previdenziale. Ecco cosa chiedono le organizzazioni sindacali al governo; e lo fanno con presidi sul territorio. Anche in Valle Camonica i sindacati hanno organizzato un presidio presso la sede della Comunità Montana. Le richieste di CGIL CISL e UIL sono molto chiare: c'è bisogno di una revisione complessiva del sistema previdenziale. Gradualità, flessibilità, solidarietà sono le parole chiave della piattaforma presentata in merito dai sindacati confederali. E quindi i sindacati dicono no all'ipotesi di ricalcolo contributivo delle pensioni in essere. Dicono invece sì alla pensiona anticipata per chi abbia maturato 41 anni di contributi, sì alla possibilità che il lavoratore possa decidere l'età di accesso alla pensione, sì al riconoscimento del principio che i lavoratori non sono tutti uguali, mediante una diversa valorizzazione dei periodi, soprattutto di lavoro usurante. Le organizzazioni sindacali chiedono quota 100 senza penalizzazioni sul calcolo della pensione, chiedono lo sviluppo della previdenza complementare, chiedono di reintrodurre per le donne la gradualità nell'aumento dell'età pensionabile, chiedono che venga riconosciuto il lavoro di cura familiare e ancora la salvaguardia dei lavoratori esodati, l'abrogazione del sistema di ricongiunzioni onerose, un meccanismo di perequazione delle pensioni in pagamento conferme al dettato della Costituzione che salvaguardi realmente il potere d'acquisto del reddito dei pensionati attraverso l'estensione del meccanismo di perequazione automatica alla pensioni di importo almeno fino a 7 volte il trattamento minimo. Tutto questo perché, secondo le organizzazioni sindacali, solo rendendo sostenibile il sistema sul piano sociale si potrà finalmente far ripartire il turn over occupazionale e favorire l'occupazione giovanile.

In Valle Camonica e sul Sebino, nei comuni fra Ponte di Legno e Pisogne i disoccupati raggiungono la cifra di oltre 12 mila persone con una forte percentuale di persone che non hanno mai lavorato.