Campionato 1983/'84 : Tiziano Ascagni

02.10.2012 09:49

 

Dopo Bonometti (1983/84) l'onore di vedere scritto il proprio nome nell'Albo d'Oro della Rondinella tocca a Tiziano Ascagni. Chi non ricorda le giocate fantasiose del giocatore che era capace, da solo, di risolvere una partita? Estroso e incontrollabile, quando la luna girava nel senso giusto,  ha rappresentato un divertimento continuo per i tifosi bresciani che spesso affidavano alla sua lunga capigliatura le speranze di successo. E tante volte queste speranze sono state concretizzate proprio da questo stravagante giocatore che forse ha avuto minor fortuna di quanta ne avrebbe meritata.