Chiara Almici e Franco Gaudiano alla Galleria Manzoni

08.04.2013 13:31

 

Vivace e partecipato, l'incontro con gli autori Chiara Almici e Franco Gaudiano ha animato la sala delle manifestazioni del Giornale della Valcamonica adiacente al Caffè Manzoni di fianco al parco delle Terme di Boario nel pomeriggio di venerdì 29 marzo. Organizzato dal comitato del Circolo Culturale "ProCamunia", che ha anche offerto un gradevole aperitivo, l'evento è stato seguito da un pubblico attento e dalla televisione locale, Teleboario, con il programma "Dillo a Beppe". L'evento è stato egregiamente presentato dal prof. Eugenio Fontana, che ha esordito con il libro di Gaudiano, il “Manuale di scrittura creativa” edito da Zanichelli, mettendone in luce i pregi e in particolare la sua capacità di coinvolgere i lettori in un percorso non sempre facile, ma continuamente stimolante, di approccio alla scrittura. Con questo manuale chiunque può affrontare in piena consapevolezza il passaggio dalla scrittura dilettantistica, o dal diario personale, alla scrittura professionale volta alla pubblicazione. Da questo "terreno fertile" è scaturito il secondo libro presentato, Come un libro aperto di Chiara Almici, edito da Valgrigna edizioni, che in uno stile personale e sobrio espone il caso autobiografico di una ragazza affetta da un disturbo di personalità borderline. Le sue traversie attraverso ben sette ricoveri in psichiatria sono state descritte con emozione dal prof. Fontana, che ha saputo dare al pubblico l'essenza del percorso tormentato ma a lieto fine della giovane autrice. Il moderatore Salvatore Nittoli ha sapientemente accompagnato il reading di alcuni passi dei due libri, ponendo domande mirate ai due autori e invitando il pubblico ad esprimersi con domande e commenti appropriati. Nel suo ruolo di guida Nittoli ha fatto sì che l'incontro si svolgesse nei modi e nei tempi giusti concludendolo proprio mentre l'aperitivo veniva generosamente offerto dall'equipe di Giorgio Zanolli, gestore del caffè Manzoni. Gli autori possono dirsi pienamente soddisfatti della presentazione. La Almici, promettente autrice di questa prima fatica letteraria, accenna di voler continuare a scrivere anche se per il momento non svela il progetto su cui sta riflettendo. Si dice però intenzionata a proseguire lungo questo sentiero, affermando che la scrittura l'ha molto aiutata nel suo processo di guarigione e di crescita nella propria autoconsapevolezza. Il Gaudiano continuerà ad aiutare scrittori esordienti e propone di organizzare un laboratorio di scrittura creativa, a cui è ancora possibile aderire telefonando al 389-1623900 o inviando una e-mail a fragaudia@gmail.com.