Croce del Papa-nuovo progetto

10.04.2016 22:02

Una nuova croce per il Cristo dell'Androla. Grazie ai fondi ottenuti dal progetto "6 mila campanili" l'Unione dei Comuni della Valsaviore darà il via al progetto di riqualificazione e messa in sicurezza del complesso monumentale della Croce del Papa sul dosso dell'Androla a Cevo, inserendolo nel programma di più ampio respiro denominato “Dalle vie di Pellegrinaggio della Val Camonica alla strada della via Crucis in Valsaviore”, un progetto di valenza sovracomunale che vede coinvolte anche l'Associazione Croce del Papa e l'associazione El teler. 335 mila euro il costo dell'opera che sarà finanziata grazie a contributi a fondo perduto. A maggio potrebbero già cominciare i lavori che dovrebbero concludersi entro un paio di mesi. Intanto questo venerdì c'è stato il primo passo del nuovo progetto. Il Cristo, ricoverato per diversi mesi, in un capannone della ditta Elttrotermica Camuna di Angolo Terme insieme ai resti della Croce che il 24 aprile 2014 si è spezzata provocando la morte di Marco Gusmini di Lovere, sono partiti alla volta di Vezza d'Oglio. Qui, all'interno della ditta CMM dei fratelli Rizzi, che si è aggiudicata l'appalto per la ricostruzione, in acciaio corten della croce, lavorerà anche Gianni Gianese l'artista del Cristo che verrà restaurato e sistemato. Qui ad Angolo, resteranno i resti della croce di legno che la ditta che li custodisce è stata autorizzata a distruggere ma che, come ci spiega il titolare, Gabriele Pedrocchi, non farà perché vorrebbe in qualche modo ridarle vita.