Distretto Energetico di Valle Camonica-progetti in moto

22.03.2016 09:55

Il Distretto Energetico di Valle Camonica e del Sebino Bresciano, costituito ufficialmente il 17/09/2014 con la sottoscrizione dell’Accordo di Collaborazione,con il quale 34 comuni facenti parte del territorio della Valle Camonica hanno finalizzato il percorso di sviluppo sostenibile intrapreso qualche mese prima ad oggi conta l’adesione di 47 Amministrazioni Comunali.

Il Distretto Energetico prevede la realizzazione di specifiche azioni e progettualità nei seguenti ambiti:  

-Riqualificazione energetica del parco edilizio comunale (involucri, impianti di ventilazione, illuminazione,telecontrollo, ecc.) e delle infrastrutture pubbliche (illuminazione stradale, trasporti, ecc.); 

-Aumento della produzione di energia da Fonti Energetiche Rinnovabili;

-Decarbonizzazione dell’ambiente;

-Mobilità sostenibile;

-Formazione, informazione e diffusione delle nozioni in tema di efficienza energetica e sostenibilità ambientale.  

-Ricerca dei finanziamenti (pubblici o tramite terzi) necessari alla copertura di tutti i costi tecnici ed amministrativi così da lasciare sgravati i Comuni/Unioni di Comuni da oneri economici.

Dopo oltre due anni di lavoro ed l’ottenimento da parte di Fondazione Cariplo di due finanziamenti per un totale di circa trecentomila euro ed il coinvolgimento di numerosi professionisti del territorio, il Distretto Energetico di Valle Camonica e del Sebino ha presentato alla stampa, nel corso del seminario a porte chiuse “Analisi della metodologia e calcolo della CO2 assorbita dalla vegetazione arborea dei boschi della Valle Camonica - Possibilità di certificazione della CO2” il “Tavolo della decarbonizzazione dell’ambiente” e le progettualità e prospettive future pensate proprio per valorizzare i boschi del territorio camuno-sebino. L’obiettivo è quello di arrivare ad avere non solo la certificazione forestale, ma anche la certificazione dal punto di vista dei crediti carbonici, rendendo quella che oggi è una risorsa importante per il territorio anche una risorsa economica per lo stesso.