GIUSTIZIA, CAPARINI (LN): CON LEGGE MOLTENI BASTA SCONTI DI PENA A CRIMINALI

03.08.2015 17:04

“Niente più sconti di pena per crimini efferati, gravissimi, intollerabili: la legge Molteni dà giustizia alle vittime, riporta giustizia nel diritto ed è una reazione all’inerzia e al lassismo del governo Renzi”. Con queste parole il deputato leghista Davide Caparini ha annunciato in aula il voto favorevole del Carroccio alla legge-Molteni, che cancella per l’imputato la possibilità di ricorrere al rito abbreviato (e quindi allo sconto fino a un terzo della pena) nei caso di reati come: stupro o atti sessuali su minori, violenza sessuale semplice o di gruppo, sequestro con morte di minori, omicidio premeditato, strage, stalking, tratta, sevizie. E per gli
scafisti. La legge è stata approvata con 269 voti favorevoli e 27 contrari.
 “A Lecce Serghei Vitali, dopo aver ucciso ad accettate un romeno, ha potuto godere di sconti di pena ed è evaso mentre era in permesso premio, a Soverato Luigi Campise, condannato con abbreviato a 30 anni per l’uccisione della sua ex fidanzata, è uscito dopo due anni e mezzo, l’albanese Ardian Hoxha, uscito dal carcere in permesso premio, ha rapinato una gioielleria, Annamaria Franzoni è passata da 30 a 16 anni dal primo al secondo grado grazie al rito abbreviato: sono troppi gli esempi in cui la legge si è arresa. I riti speciali sono diventati strumenti dilatori. La giustizia sta nella corretta pena. E se non c’è rispetto della pena naufraga anche la sua funzione educativa. Di fronte a uno Stato che libera i delinquenti, il crimine ha gioco facile. Le vittime ci chiedono di reagire. La legge - Molteni riporta la certezza del diritto e una giustizia più civile di quella vista finora”.
Ufficio stampa Lega Nord