Ricordando Luca Picciocchi di Darfo

11.11.2013 16:58

Sono trascorsi già cinque anni dalla scomparsa del dottor Luca Picciocchi, stimato medico di famiglia, assessore alla cultura e vicesindaco del comune di Darfo-Boario nonchè figura di riferimento del partito repubblicano camuno. Eppure le sue opere, i suoi valori e il suo impegno sono ancora presenti e vivi nella memoria di quelli che hanno avuto il privilegio di conoscerlo. Infatti Luca non era solo un bravo medico ma un modello di passione umana e professionale in quanto riusciva ad infondere ai suoi pazienti fiducia e forza nell'affrontare le malattie. Egli si prendeva cura dei suoi assistiti con un sentimento di partecipazione alla sofferenza e al dolore altrui perchè aveva innata l'autentica capacità di capire , sentire e condividere i pensieri e le emozioni di chi soffriva; sapeva in altre parole dare conforto , infondere forza , sollievo e speranza. Il nostro rapporto di stima e di affetto che aveva in comune le radici irpine si era rafforzato nel corso degli anni ed in particolare durante il suo impegno amministrativo. In quel periodo abbiamo organizzato incontri musicali ed artistici anche con esponenti di livello internazionale. Credeva infatti nella forza propulsiva della cultura ed il suo sguardo era sempre rivolto al futuro, ai giovani e ad iniziative favorevoli alla comunità. Perciò la sua scomparsa è stata, non solo per me, come la perdita di un fratello maggiore, per affetto ma anche per la capacità di insegnamento e di modello di impegno etico e solidale. Speriamo,perciò, che non vadano perduti gli insegnamenti ed i valori che ci ha trasmesso durante la sua vita e che la sua sensibilità ed il suo coraggio possano contribuire a migliorare questo mondo inaridito dalle logiche del profitto e dell'egoismo.   

Salvatore Nittoli