Umberto Piersanti vince il primo premio di PontedilegnoPoesia 2016

29.09.2016 22:35

Con il suo libro "Nei folti dei sentieri" (ed.Marcos y Marcos) Umberto Piersanti si è guadagnato il primo premio,di euro 1.000, deciso dalla Giuria “per la sua capacità di rappresentare la natura nei suoi aspetti terrestri e in quelli leggendari” ed è stato inoltre il più votato dal pubblico. Il poeta marchigiano ha ringraziato facendo una dedica al figlio autistico Iacopo “che vive al di là delle parole”.

Questa settima edizione del premio nazionale di poesia edita,svoltasi il 20 e il 21 agosto  a Ponte di Legno,inserita nella settimana denominata “Una montagna di cultura…la cultura in montagna”,è stata organizzata da MirellaCultura. La Giuria era composta da Vincenzo Guarracino,in veste di presidente, Alessandro Casarin, Andrea Costa, Milo De Angelis e Giuseppe Langella. Il secondo premio,deciso dalla giuria, va al varesino Silvio Raffo con “La vita irreale. Poesia su due toni” (Robin Edizioni),il terzo a Fabrizio Paolo Iacuzzi, di Pistoia, con “Pietra della pazzia” (Giorgio Tesi Editrice). I più votati dal pubblico invece,dopo Piersanti,sono stati Rino Mele e Marco Beck.

La premiazione si è svolta nel palazzo comunale di Ponte di Legno,sede delle due serate del premio, con il saluto del sindaco Aurelia Sandrini e del sottosegretario alla presidenza della Lombardia, Gustavo Cioppa. Inoltre,come ogni anno,è stato consegnato il Premio speciale MirellaCultura-una scultura di Edoardo Nonelli, alla memoria di Dino Marino Tognali.

La manifestazione è stata accompagnata dagli intermezzi musicali della violinista Simona Bettoni e del pianista Giancarlo Corna,molto graditi al pubblico,ed e’ stato annunciato dal presidente di MirellaCultura, Andrea Bulferetti,che il tema della poesia da inserire nel totem 2017 sarà “il fuoco”,ricordando l’incendio subito dalla città di Ponte di Legno per mano degli austriaci il 27 settembre 1917.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da sinistra: Andrea Bulferetti,Umberto Piersanti e Aurelia Sandrini.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da sinistra Fabrizio Paolo Iacuzzi (terzo premio), Umberto Piersanti (vincitore) e Silvio Raffo (secondo premio).