VIOLENZA SULLE DONNE: PARLIAMONE

16.11.2012 08:49

 

Serata di riflessione Palazzo Congressi, di Darfo Boario Terme il prossimo lunedì 19 novembre alle ore 20.30

Questo il titolo della serata di riflessione che si terrà al Palazzo Congressi, di Darfo Boario Terme il prossimo lunedì 19 novembre alle ore 20.30,  anticipando la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre, istituita dall’ONU nel 1999.

Organizzata dall’Amministrazione Comunale di Darfo Boario Terme in collaborazione con l’Ufficio della Consigliera di parità della Provincia di Brescia, dell’Associazione Comuni Bresciani e dal Lions club di Vallecamonica, l’appuntamento si propone di mantenere viva l’attenzione su un delicatissimo tema quale quello della violenza sulle donne che pare stia raggiungendo punte di massima aggressività

“Purtroppo –dichiara Doralice Piccinelli Consigliere Comunale incaricata per le Pari Opportunità-  le notizie di cronaca e i dati sulla violenza  maschile sono tali da non permetterci più di rimanere in silenzio. Anche l’ONU ha richiamato l’Italia in merito a questo grave problema, sebbene alcuni sforzi siano stati fatti  con  leggi specifiche  e attraverso   il Piano Nazionale contro la violenza. È indispensabile che se ne parli sempre più, che cresca nelle persone la consapevolezza e la determinazione a contrastare  questo fenomeno che rende intollerabile la condizione di vita  di troppe donne”.

Nel corso della serata, dopo una introduzione del Sindaco, della Consigliera di Parità Provinciale, Anna Maria Gandolfi, di Veronica Zampedrini direttore dell’Associazione dei Comuni Bresciani, del Dott. Emilio Quaranta, già Procuratore Capo del tribunale dei Minori di Brescia e del Presidente Lion Club Vallecamonica Andrea Patti,  sarà proiettato un film-documentario con l’intento di sollecitare una riflessione ed un dibattito sulle relazioni tra uomini e donne e sulla violenza di genere, partendo da un’ottica maschile.

“Attraverso le immagini e le parole –conclude la Piccinelli- intendiamo approfondire un tema che, considerato  distante da molti di noi,  può al contrario esserci molto vicino, perché spesso le donne vittime di violenza vivono non lontano da  casa nostra.

Per creare maggior sensibilità e per proporre un’azione efficace di prevenzione, l’iniziativa sarà portata, nei prossimi mesi, nelle Scuole  Superiori del Comune  (CFP Zanardelli  e Istituto Olivelli-Putelli).